The Ceramik Nails Experience - Faby Nails

Quando è nata la tua passione per questo lavoro?

Circa cinque anni fa, quando un’altra onicotecnica curava le mie unghie ho incominciato ad interessarmi al suo lavoro, da lì iniziarono le mille domande sulla cura delle unghie, e nella mia mente e nel mio cure ad ogni risposta si alimentava la nascita di una passione. Sono passati due anni e mezzo da quanto ho frequentato il mio primo corso, poi ne feci tanti altri e quella passione divenne la mia professione, in cui voglio migliorarmi sempre di più.

 

Come hai scoperto Ceramik Nails?

Ho scoperto la Ceramik Nails per merito della mia insegnante di corso.

 

Parlaci della tua esperienza durante il corso.

Sicuramente positiva, mi rese subito felice l’idea di velocizzare i tempi di lavorazione e la qualità superiore rispetto agli altri metodi di ricostruzione.

 

Avevi già esperienze con altre tecniche di ricostruzione unghie? 

Si, usavo il gel, anche se dopo aver frequentato il corso di ceramica ho convertito quasi tutte le mie clienti, che da allora non vogliono più lasciarla.

 

Quali sono le differenze che hai riscontrato tra Ceramik System e le altre tecniche?

Sicuramente come ho già scritto sopra:

-i tempi di lavorazione sono molto più veloci rispetto al gel.

-la composizione stessa della ceramica che elimina o comunque contiene meno sostanze aggressive e a volte dannosi per la salute e previene possibili reazioni allergiche.

-Non si avverte il bruciore causato dai neon della lampada al contrario di quando si applica il gel.

-la rimozione avviene tramite un prodotto liquido, quindi si riduce l’utilizzo della lima, e si eliminano i residui come la polverina che la rimozione del gel produce.

 

Quali sono per te i punti di forza di questa tecnica?

Ce ne sono tanti, dal ricostruire unghie onicofagiche sia alle donne che agli uomini, al refill più veloce senza il rischio di danneggiare il letto ungueale. Avere strutture più forti e resistenti e che durano anche cinquanta giorni, e soprattutto non provoca micosi alle unghie e non brucia in lampada.

 

Come descriveresti Ceramik System a chi non ha ancora avuto modo di provarlo o di conoscerlo?

Sicuramente evidenzierei i punti di forza della ceramica e le differenze con le altre tecniche di ricostruzioni che ho sopra citato. Ma per una professionista è importante sperimentare in prima persona per poter paragonare, e se è il caso migliorare, che siano prodotti, tecniche e tutto il necessario per poter svolgere in modo ottimale tale professione. Il mio parere sulla ceramica è sicuramente positivo, la uso da quando l’ho provata, ed ora è il punto di forza del mio salone. Consiglio vivamente a tutte le mie colleghe di provare questo nuovo metodo di ricostruzione.